Terza tappa di Internazionali d’Italia Series a Nervesa della Battaglia, un esordio di successo

I tre giorni di sport e spettacolo nel magnifico scenario del Podere Rive degli Angeli hanno riportato il Montello al centro della grande MTB internazionale, con oltre 700 partecipanti e migliaia di spettatori.

Buona la prima. Il Montello esordisce ad Internazionali d’Italia Series con una tre giorni di altissimo livello, iniziata venerdì 3 maggio con il Campionato Italiano di Short Track e terminata domenica 5 maggio con le gare riservate ad amatori e categorie giovanili, partecipatissime in termini di atleti e pubblico. In mezzo, sabato 4 maggio, lo spettacolo dei professionisti che si sono dati battaglia nel Cross Country Olimpico in un percorso difficile, fangoso e bellissimo disegnato nella stupenda cornice del Podere Rive degli Angeli di Nervesa della Battaglia (TV).

Ad indossare le maglie tricolori in palio venerdì sono stati Giada Specia e Simone Avondetto, entrambi portacolori di Wilier-Vittoria Factory Team XCO, mentre nelle gare di sabato dedicate agli Élite hanno avuto la meglio la campionessa italiana di Cross Country Martina Berta (Santa Cruz Rockshox Pro Team) tra le donne e Gioele Bertolini (KTM – Protek – Elettrosystem) tra gli uomini.

Un fine settimana di assoluto livello agonistico, reso ancora più impegnativo dalle condizioni del terreno che hanno messo alla prova i bikers soprattutto nei primi due giorni, poi migliorate domenica quando sono scese in gara le categorie Master, Esordienti e Allievi, per un totale di oltre 700 atleti complessivi.  

Grande soddisfazione tra gli organizzatori, come riassume Martin Levis, Presidente del Consorzio del Bosco Montello: “Per noi è stato molto importante avere nella nostra zona un evento internazionale di questa caratura che ha riportato sul Montello il grande ciclismo dopo molti anni. Abbiamo avuto una doppia soddisfazione in questi tre giorni. La prima naturalmente è stata quella di far parlare del Montello non solo a livello locale ma ben al di fuori dei nostri confini, cosa che certamente attirerà turismo da molte parti d’Italia e non solo. La seconda è che questa manifestazione si è svolta all’interno di un terreno di nostra proprietà, il bellissimo Podere Rive degli Angeli, che dopo questo successo vogliamo aprire anche in altre occasioni, sfruttando questo tracciato che resterà disponibile. Colgo l’occasione anche per esprimere la piena soddisfazione dei cinque sindaci che, con le loro Amministrazioni, partecipano al nostro Consorzio: Montebelluna, Crocetta del Montello, Volpago del Montello, Giavera del Montello e Nervesa della Battaglia. Il Podere Rive degli Angeli è equamente condiviso tra questi cinque Comuni, una sinergia fondamentale per la realizzazione di eventi come questo. In ultimo voglio ringraziare il Commissario Tecnico Mirko Celestino e il Presidente della Federazione Cordiano Dagnoni che con la loro presenza hanno dato ulteriore lustro alla manifestazione e hanno potuto vedere con i loro occhi le moltissime potenzialità che il Montello può offrire agli appassionati di ciclismo e non solo.


Gli fa eco Alberto Villanova, capogruppo Lega-Liga Veneta in Consiglio Regionale del Veneto, presente nella giornata clou di sabato: “Come prima cosa voglio fare i complimenti agli organizzatori, mettere in piedi eventi di questa portata non è mai facile, ma loro sono riusciti a creare davvero qualcosa di importante, portando alcuni dei più grandi nomi della mtb qui sul Montello. Anche in quest’occasione il Veneto si conferma un territorio perfetto per il ciclismo in ogni sua forma, e il ciclismo un grande volano per la nostra Regione. Crediamo molto nel turismo slow, un tipo di accoglienza che permette di godere al meglio dei nostri incredibili panorami, come quello che si vede qui dal Podere Rive degli Angeli, ecco perché siamo orgogliosi di sostenere manifestazioni come queste e continueremo a farlo anche in futuro.