Internazionali d’Italia Series: edizione da record a San Zeno di Montagna.

Con le gare di domenica riservate a Master, Esordienti e Allievi si è chiusa la prima tappa del più importante circuito di Cross Country italiano, con un’affluenza di iscritti mai vista prima

Internazionali d’Italia Series esordisce alla grande nella prima delle 4 tappe stagionali, andata in scena a San Zeno di Montagna lo scorso weekend. Dopo lo spettacolo di sabato 16 marzo in cui tra gli Elite hanno brillato i campioni nazionali Luca Braidot e Martina Berta, domenica 17 è stata la giornata dedicata alle categorie giovanili e Master.

In tutto il fine settimana oltre 1000 atleti si sono dati battaglia sul percorso di Pineta Sperane, facendo così registrare il record di partecipanti della manifestazione.

Tra i Master da segnalare la vittoria nella categoria ELMT di Alberto Centurioni, mentre tra le donne a distinguersi è stata Federica Sesenna, già vincitrice qui lo scorso anno.

Il pomeriggio è stato il momento delle categorie Esordienti e Allievi, dove hanno avuto la meglio Franz Engele (Esordienti 1° anno), Mattia Acanfora (Esordienti 2° anno), Irene Righetto (Donne Esordienti 1° anno), Giorgia Sardi (Donne Esordienti 2° anno), Dejak Lenart (Allievi 1° anno), Jacopo Putaggio (Allievi 2° anno), Maria Chiara Signorelli (Allieve 1° anno) e infine Meta Tancik (Allieve 2° anno).

Un grande successo di pubblico impreziosito dall’inaugurazione del percorso permanente di Pineta Sperane XCO, un progetto realizzato in collaborazione tra Comune di San Zeno di Montagna e Internazionali d’Italia Serie.

Un modo per rendere il tracciato di gara sempre fruibile a chiunque in qualunque momento dell’anno, in un territorio ad altissima vocazione turistica, come spiega Carlo Gambino, assessore al Turismo del Comune veronese: “Internazionali d’Italia Series è un evento unico per San Zeno e per tutto il Lago di Garda, avere una gara così importante non può che essere per noi un piacere e un onore.

L’amministratore sostiene da 3 anni quest’evento cercando di migliorare sempre di più, e quest’anno abbiamo voluto fortemente – assieme all’organizzazione – far sì che questo di Pineta Sperane diventi un percorso permanente, in cui sia gli atleti agonisti che i semplici appassionati possano godersi al meglio. Crediamo molto in questo genere di attività che possano portare persone in ogni periodo dell’anno nel nostro territorio, un ambiente davvero unico tra il Garda e il Monte Baldo che offre moltissime opportunità del mondo dell’outdoor. Si può partire da Cima Costabella ad oltre 2000 metri e arrivare in MTB fino alle sponde del lago seguendo sentieri segnati, le cui tracce sono scaricabili gratuitamente sul sito del Comune San Zeno di Montagna”

Gli fa eco Michele Mondini di CM Outdoor Events, la società organizzatrice dell’evento: “Siamo felicissimi di com’è andata questa prima tappa di Internazionali d’Italia Series, nelle due giornate abbiamo avuto tantissima partecipazione sia di pubblico che di atleti. La nostra mentalità ci porta sempre a pensare dove ci sia spazio per migliorare, ma siamo soddisfatti perché abbiamo messo in piedi un evento molto importante coinvolgendo molte realtà locali, in primis il Comune di San Zeno di Montagna con il quale abbiamo inaugurato il percorso permanente, ma la nostra manifestazione sta diventando un volano anche  alberghi, bar, negozi, tutte attività che hanno capito l’importanza che giornate simili hanno per tutto il settore ricettivo e non solo. La nostra speranza è quella di sensibilizzare sempre di più le persone sull’importanza dello sport e delle ricadute turistiche che questo può avere per tutto il territorio