Tecnico e divertente: promosso a pieni voti il nuovo percorso di Chies d’Alpago

In vista del gran finale di Internazionali d’Italia Series, in programma sabato 8 luglio, Alpago Bike Funtastic svela il nuovo percorso che, pur restando molto impegnativo, ha inserito degli elementi di tecnicità che ben si adattano alle esigenze del Cross Country moderno. Positivo il giudizio di Mirko Tabacchi e Giorgia Marchet che l’hanno provato nei giorni scorsi

Chies d’Alpago si prepara ad ospitare nuovamente il gran finale di Internazionali d’Italia Series, rientrando dopo un quinquennio di pausa sullo scenario mondiale della Mountain Bike con un evento UCI Hors Catégorie, Alpago Bike Funtastic, e alcune novità che promettono di rendere incerto e spettacolare l’ultimo appuntamento del più importante circuito italiano di Cross Country.

La data da cerchiare in rosso è sabato 8 luglio, quando gli atleti si giocheranno le corone di Internazionali d’Italia Series 2023, anche se il weekend bellunese scatterà già venerdì 7 luglio con l’assegnazione dei titoli italiani di Short Track e si concluderà domenica 9 luglio con le competizioni giovanili di Cross Country riservate ad Esordienti e Allievi.

Ad accogliere gli atleti ci sarà la grande sorpresa che ha accompagnato il ritorno di Chies d’Alpago sulla scena mondiale: un nuovo percorso, ricavato attorno all’abitato di Lamosano, che pur conservando il suo carattere impegnativo è caratterizzato da elementi di tecnicità, perfetti per esaltare i campioni del Cross Country moderno.

Le cifre – 3700 metri di lunghezza e 140 metri di dislivello per giro – non raccontano tutto. Il nuovo circuito di Chies d’Alpago è un susseguirsi di salite caratterizzate da importanti pendenze e discese tecniche, ma allo stesso tempo molto scorrevoli. Una sorta di “flow tecnico”, che ha trovato l’apprezzamento degli atleti che l’hanno testato, il cadorino Mirko Tabacchi e la feltrina Giorgia Marchet. Per loro, quello di Alpago sarà l’appuntamento di casa.

“Quello di Chies d’Alpago resta un percorso impegnativo ma rispetto al passato è molto più tecnico e divertente”, ha detto Mirko Tabacchi, – “in particolare il tratto nei pressi del campo scuola, dove serve trovare velocità in una sezione che si presenta anche molto tecnica. Il passaggio cruciale è quello nel bosco, dove si trovano dei tornanti in contropendenza. In caso di gara bagnata non sarà per nulla semplice”.

Ha fatto eco all’atleta del RDR Factory Team la feltrina del Trinx Factory Team. “Il tratto iniziale è molto impegnativo, ma la parte nuova sarà molto divertente. Il passaggio che preferisco è quello sul greto del torrente, dove è posizionato il nuovo rock garden. In due parole: è tosto e divertente”.

Dopo aver accolto il passaggio del Giro d’Italia nella frazione con arrivo in Val di Zoldo, l’Alpago si conferma terra di tradizione ciclistica. Stavolta sarà la MTB a recitare la parte della protagonista assieme ai campioni di Internazionali d’Italia Series. Il programma per la giornata di sabato 8 luglio prevede la gara Uomini Junior alle 09.30, seguita dalle competizioni femminili Open e Juniores alle 12.00 e dalla gara Uomini Open alle 15.00.